Progetto Sismico

Progetto sismico: cos’è e da dove nasce

Il progetto sismico è l’insieme di attività di analisi e design che hanno l’obiettivo di realizzare costruzioni in grado di resistere alle azioni sismiche, garantendo l’incolumità delle persone e la funzionalità delle opere. 

Esso nasce dall’esigenza di limitare i danni provocati dai terremoti, eventi imprevedibili ma purtroppo frequenti in molte aree geografiche. Dopo il terremoto di Messina e Reggio Calabria del 1908, in Italia furono emanate le prime norme tecniche per le costruzioni in zone sismiche.

La moderna progettazione antisismica ha compiuto notevoli passi avanti, grazie anche allo sviluppo di software di calcolo strutturale e tecniche ingegneristiche innovative. L’ultima versione delle Norme Tecniche per le Costruzioni risale al 2018.

Quali sono le tipologie di opere soggette?

Sono soggette a progettazione sismica tutte le opere di ingegneria civile realizzate in zone dichiarate sismiche dalla normativa italiana:

  • Edifici pubblici e privati, residenziali e industriali
  • Ponti, viadotti, cavalcavia
  • Dighe, serbatoi idrici, silos
  • Ospedali, scuole, municipi, chiese 
  • Centrali elettriche, raffinerie, impianti chimici
  • Infrastrutture critiche come ferrovie, aeroporti, autostrade

In generale, qualsiasi opera fissa che possa essere interessata da azioni sismiche intense deve essere progettata e costruita secondo i criteri antisismici vigenti.

Quali sono gli obblighi per il progettista?

Il progettista strutturale deve:

  • Classificare sismicamente il sito di costruzione in base alle carte di pericolosità
  • Determinare l’azione sismica di progetto in base allo spettro di risposta 
  • Effettuare analisi strutturali per valutare sollecitazioni e deformazioni indotte dal sisma
  • Dimensionare gli elementi strutturali secondo le verifiche di resistenza e duttilità
  • Adottare dettagli costruttivi adeguati a garantire i requisiti di sicurezza e robustezza
  • Redigere relazioni di calcolo strutturale che documentino l’intero iter progettuale
  • Rispettare le normative tecniche nazionali e gli Eurocodici strutturali

Il tutto per garantire strutture in grado di resistere alle più intense azioni sismiche prevedibili nel sito di costruzione.

Cosa si rischia con una progettazione non a norma?

Realizzare opere che non rispettano le norme sismiche comporta gravi rischi:

  • Crolli e danni ingenti in caso di terremoti anche di media intensità
  • Necessità di interventi di adeguamento onerosi dopo la costruzione
  • Denunce e sanzioni pecuniarie per i progettisti responsabili 
  • Difficoltà ad ottenere certificazioni e autorizzazioni per opere future
  • Blocco dei lavori e demolizioni ordinate dalle autorità competenti
  • Contenziosi legali e risarcimenti milionari in caso di vittime per crolli
  • Perdita di credibilità e fiducia da parte di committenti e cittadini
  • Danni di immagine e reputazione per i professionisti e le imprese coinvolte

In sintesi, non rispettare le norme sismiche mette a rischio vite umane e può avere conseguenze rovinose sotto tutti i punti di vista. La corretta progettazione antisismica è un obbligo etico per la sicurezza della collettività.

Perché affidarsi a STC Engineering Group è la scelta migliore?

STC Engineering Group si avvale di un team altamente qualificato composto da ingegneri, periti e tecnici con competenze specifiche difficili da riscontrare presso altre realtà del settore. 

Grazie a questa specializzazione verticale, STC è in grado di offrire soluzioni personalizzate e calibrate sulle esigenze di ogni cliente. 

Le eccellenti referenze di numerose aziende clienti confermano l’efficacia di tale approccio tailor-made.

Scegliere STC significa affidarsi ad esperti di comprovata esperienza, il cui operato è riconosciuto dal mercato. Non a caso STC è leader nel suo settore in Lombardia dal 1995.

Una scelta strategica per assicurare i massimi standard di sicurezza ed efficienza operativa.

STC è inoltre accreditata presso Regione Lombardia. Optare per un partner accreditato dalla Regione significa poter contare su qualità verificata ed eccellenza validata da un ente terzo indipendente.

Ciò si traduce in:

  • avere la certezza che le competenze del personale impiegato siano state scrupolosamente vagliate prima di ottenere l’ambito riconoscimento.
  • prestazioni conformi agli standard e requisiti stabiliti dalle normative di settore, nazionali ed europee.
  • credibilità e reputazione costruite nel tempo, fino ad ottenere l’autorevole sigillo della pubblica amministrazione.
  • poter accedere più facilmente a finanziamenti, bandi e gare riservati.

È la garanzia di un’assistenza continuativa, sottoposta a verifiche periodiche. In poche parole, è la scelta migliore per assicurarsi un servizio di qualità certificata.

Preventivo e primo sopralluogo presso la vostra attività GRATUITI.

Torna in alto